Indirizzo: Corso Umberto I, 159

Orario: da lunedì a venerdì dalle 8.30 alle 13.00 – martedì e giovedì anche dalle 15.15 alle 17.30.
Telefono: 0932 793983 – 3357636587
Fax: 0932 942058
E-mail PEC: elettorale.comune.modica@pec.it
E-mail: ufficio.elettorale@comune.modica.rg.it



  • Clicca qui per leggere gli avvisi pubblicati dall'Ufficio

    17 Maggio 2019

    • Apertura straordinaria Ufficio Elettorale per rilascio tessere elettorali

    Al fine di agevolare il rilascio delle tessere elettorali non consegnate o dei duplicati, l’ ufficio elettorale comunale effettuerà il seguente orario di apertura:
    – VENERDI’ 24 MAGGIO 2019 dalle ore 9.00 alle ore 18.00
    – SABATO 25 MAGGIO 2019 dalle ore 9.00 alle ore 18.00
    – DOMENICA 26 MAGGIO 2019 dalle ore 7.00 alle ore 23.00

    •  Ordinanza Divieto di Sosta adiacente Ufficio Elettorale nei gg. 24/27 Maggio.
    •  MODULO RICHIESTA DI ESERCIZIO DI VOTO IN ITALIA CITTADINI AIRE APPARTENENTE AGLI STATI U.E.- DA EFFETTUARSI ENTRO IL GIORNO PRECEDENTE LA VOTAZIONE. (13 kB)

    15 Maggio 2019

    Lista candidati (1Mb)

    03 Maggio 2019

    –  Elenco degli scrutatori sorteggiati. (Link esterno)

    Sezioni_senza_barriere_architettoniche.

    16 Aprile 2019

     Scadenziario EUROPEE 2019 (50 KB)

     ELENCO MEDICI E SEDI U.S.L. PER RILASCIO CERTIFICAZIONI(605 kB)

     MODULO RICHIESTA VOTO DOMICILIARE (30 kB)

     AVVISO VOTO DOMICILIARE (56 kB)

     

    11 Aprile 2019

    – Orari apertura Ufficio Elettorale nei giorni d i:

    1. Sabato 13 Aprile dalle 08:00 alle 13:00;
    2. Domenica 14 Aprile dalle 08:00 alle 13:00;
    3. Lunedì 15 Aprile dalle 8:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 18:00;
    4. Martedì 16 Aprile dalle 8:00 alle ore 20:00;
    5. Mercoledì 17 Aprile dalle ore 08:00 alle ore 20:00.

    – Voto domiciliare per elettori affetti da infermità che ne rendano impossibile l’allontanamento dall’abitazione:

    1. L’elettore interessato deve far pervenire al comune un’espressa dichiarazione attestante la propria volontà di esprimere il voto presso l’abitazione in cui dimora, corredata della prescritta documentazione sanitaria, nel periodo compreso fra Martedì 16 Aprile e Lunedì 6 Maggio 2019.
      La domanda di ammissione al voto domiciliare deve indicare l’indirizzo dell’abitazione in cui l’elettore dimora e, possibilmente, un recapito telefonico, e deve essere corredata di copia della tessera elettorale e di idonea certificazione sanitaria rilasciata da un funzionario medico designato dagli organi dell’Azienda Sanitaria Locale.

Si vota domenica 26 maggio 2019, dalle ore 7 alle ore 23

Ai fini delle votazioni, l’Italia viene divisa in cinque circoscrizioni elettorali: Nord-occidentale (circ. I), nord-orientale (circ. II), centrale (circ. III), meridionale (circ. IV), insulare (circ. V).

Le cinque circoscrizioni italiane, contraddistinte dai colori delle schede elettorali: grigio per l'Italia nord-occidentale, marrone per la nord-orientale, rosso per l'Italia centrale, arancione per la meridionale e rosa per l'Italia insulare.

Recandovi al seggio riceverete una scheda, di colore diverso a seconda della circoscrizione elettorale nelle cui liste siete iscritti:

– grigio, per l’Italia nord-occidentale (Piemonte, Valle d’Aosta, Liguria, Lombardia)

– marrone, per l’Italia nord-orientale (Veneto, Trentino-Alto Adige, Friuli-Venezia Giulia, Emilia Romagna)

– rosso, per l’Italia centrale (Toscana, Umbria, Marche, Lazio)

– arancione, per l’Italia meridionale (Abruzzo, Molise, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria)

– rosa, per l’Italia insulare (Sicilia, Sardegna).

Il voto di lista si esprime tracciando sulla scheda, con la matita copiativa che vi verrà consegnata al seggio, un segno X sul contrassegno corrispondente alla lista prescelta.

E’ possibile (non obbligatorio) esprimere da uno a tre voti di preferenza per candidati compresi nella lista votata.

ATTENZIONE! Nel caso di più preferenze espresse, queste devono riguardare candidati di sesso diverso, pena l’annullamento della seconda e della terza preferenza.

Un solo voto di preferenza può essere espresso per un candidato delle liste rappresentative delle minoranze di lingua francese della Valle d’Aosta, di lingua tedesca della provincia di Bolzano o di lingua slovena del Friuli Venezia Giulia, che sia collegata ad altra lista presente in tutte le circoscrizioni nazionali.

I voti si esprimono scrivendo, nelle apposite righe tracciate a fianco del contrassegno della lista votata, il nome e cognome o solo il cognome dei candidati preferiti compresi nella lista medesima; in caso di identità di cognome fra più candidati, si deve scrivere sempre il nome e il cognome e, se occorre, la data e il luogo di nascita.

Queste informazioni saranno disponibili sui tabelloni affissi nei seggi elettorali e sono consultabili sul sito del Ministero dell’Interno.