Si riattivano i mercati contadini e settore alimentare e i mercati settimanali

L’ordinanza del sindaco impone regole precise per lo svolgimento della vendita dei prodotti

Si riattivano, fino a ulteriori provvedimenti, i mercati contadini e settore alimentare, il martedì in Via Don Bosco (all’interno dell’istituto Salesiano “San Domenico Savio”) ed il sabato nel Largo Gramsci (area parcheggio coperto); il mercato settimanale del giovedì, dei mercati contadini e degli ambulanti del settore alimentare assegnatari di posteggio, nel Piazzale antistante al Polisportivo “Pietro Scollo” di c.da Caitina.

Nei suddetti mercati non verrà effettuato sorteggio per i posti che, eventualmente, non verranno occupati.

Si ricorda che la vendita a posto fisso, limitata agli ambulanti del settore alimentare in possesso di concessione per l’occupazione di suolo pubblico, è consentita in forma ambulante per i residenti del Comune di Modica, con divieto di ingresso ai venditori ambulanti in forma itinerante, possessori di licenza di tipo “A e B” provenienti da altri comuni.

E’ quanto contenuto in un’ordinanza, la n° 21638 del 20 maggio 2020, firmata dal Sindaco che indica anche le procedure delle attività: l’accesso all’area mercatale interessata è contingentato e i varchi controllati; l’accesso limitato per il tempo necessario delle operazioni di acquisto e contingentato agli ingressi previsti per l’area mercatale; l’accesso da parte di un solo componente per nucleo familiare (con l’eccezione per le persone anziane ultrasettantenni e per persone con disabilità che hanno necessità di farsi assistere da un solo accompagnatore); l’accesso è consentito esclusivamente se in possesso di mascherina o sciarpa o foulard indossati al momento dell’ingresso; la predisposizione degli stand a un minimo di distanza di tre metri uno dall’altro a cura degli esercenti, con annesso obbligo di vigilanza di specifici punti di posizionamento dell’utente opportunamente evidenziati, al fine di garantire il distanziamento sociale di un metro allo scopo di evitare assembramenti; le aree sottoposte a vendita dovranno essere completamente delimitate mediante transenne o nastri al fine di definire esattamente l’area interessata, l’accesso e l’uscita; agli accessi dell’area mercale sia individuata un’area di rispetto esterna utile ad evitare assembramenti e consentire il formarsi di un’eventuale coda ordinata che rispetti le condizioni di distanziamento sociale; la presenza presso ogni posteggio di massimo due operatori addetti alla vendita, oltre un addetto per il maneggio del denaro, distanziati un metro l’uno dall’altro e muniti di mascherina e guanti e garanzia di costante pulizia e igiene ambientale dei posteggi.

 

 

L’Ufficio Stampa

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE