Misure anti COVID – 19. Rivista l’ordinanza sulla chiusura alimentari e farmacie.

Revocata l’autorizzazione di occupazione di suolo pubblico agli ambulanti a posto fisso.

Il sindaco, Ignazio Abbate, sulla scorta dell’ordinanza emanata in data 19 marzo u.s. dal Presidente della Regione siciliana, con proprio atto (n° 14141 del 20 marzo 2020) convalida la propria ordinanza (n°14019 del 19 marzo u.s.) ad eccezione di quelle attività autorizzate alla vendita di prodotti alimentari e delle farmacie, per le quali non vale la chiusura alle 18.00.

Si ricorda che l’ordinanza n° 6 del 19 marzo u.s. del presidente della Regione dispone la chiusura domenicale di tutti gli esercenti commerciali attualmente autorizzati, fatta eccezione per le farmacie di turno e le edicole.

Il sindaco con propria ordinanza (la n° 14226 del 20 marzo 2020) ha revocato, altresì, l’autorizzazione di occupazione di suolo pubblico concessa agli ambulanti a posto fisso, presenti sul territorio comunale, fino al 3 aprile p.v. e comunque fino ad ulteriori disposizioni. Si precisa che le aziende possono effettuare il servizio a domicilio nel rispetto della normativa vigente in materia.

Il sindaco ricorda, altresì, che l’art 103 del D.L. 17 marzo 2020 n° 18 (Decreto Cura Italia) tutti i certificati, permessi, concessioni, autorizzazioni e atti abilitativi comunque denominati, in scadenza tra il 31 gennaio e il 15 aprile 2020, conservano la loro validità fino al 15 giugno p.v.

 

 

 

 

L’Ufficio Stampa

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE