Giorgio Belluardo nuovo assessore. Sesto della formazione di giunta

E' titolare della manutenzione, trapsorti, centro storico e Protezione Civile.Nell'occasione riviste alcune deleghe assessoriali

Giorgio Belluardo è il nuovo assessore della Giunta Abbate. E’ il sesto della formazione dell’esecutivo sulla scorta della legge regionale 3 del 3 aprile 2019 che prevede, per i Comuni con popolazione compresa tra i 30 mila ed i 100 mila abitanti, un numero massimo di sette assessori.

Giorgio Belluardo aveva già ricoperto la carica assessoriale nei cinque anni del primo mandato della Giunta Abbate.

Il neo assessore è titolare delle deleghe Manutenzione, Trasporti e Mobilità, F.L.A.G., Politiche comunitarie, Efficientamento energetico, Energia, Protezione Civile, Centro storico, UNESCO e Beni architettonici, Parco degli Iblei.

Nell’ambito della nomina sono state rimodulate alcune deleghe e nel particolare: Maria Monisteri aggiunge Politiche della Famiglia a Sport, Turismo e Spettacolo, Cultura e Rapporti con Associazioni religiose e laiche. L’Assessore, Anna Maria Aiello conferma Bilancio, Programmazione Finanziaria, Patrimonio, Tributi e Contenzioso; l’ Assessore, Pietro Lorefice mantiene Polizia Municipale, Verde Pubblico, Ecologia, –Sicurezza, Randagismo, Servizi cimiteriali e “cede” la depurazione a Giorgio Linguanti che mantiene Lavori Pubblici e progettazioni, Urbanistica, Agenda urbana, SUAP, Sviluppo Economico, Gal.

L’Assessore Saro Viola mantiene la vicesindacatura e le deleghe Servizi Demografici, Servizi Sociali, Società Partecipate, Personale.

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE

Taglio del nastro al 1° Festival Internazionale del Cinema Archeologico

Da mercoledì 17 luglio sei film in concorso all’Auditorium “Pietro Floridia”

Sarà inaugurato mercoledì 17 luglio p.v. a Modica il 1° Festival Internazionale del Cinema Archeologico all’ Auditorium “Pietro Floridia” alle 21.15 con ingresso libero.

All’inaugurazione del Festival saranno presenti Ignazio Abbate sindaco di Modica  e Maria Monisteri assessore alla Cultura.

Sono sette i film in concorso: Olimpia alle origini dei giochi (di Olivier Lemaitre); Gladiatori, il ritorno ( di Emmanuel Besnard e Gilles Rof); Oman, il tesoro di Mudhmar ( di Cédric Robion); Apud Cannas (di Francesco Gabellone); C’era una volta Iato ( di Donatella Taormina); Persepoli, il paradiso persiano (di Agnes Molia e Raphael Licandro) e infine Tutankhamon (di Stephen Mizelas). Film fuori concorso.

Il Festival si chiuderà venerdì 19 luglio e nel corso della serata conclusiva ci sarà l’assegnazione del Premio “Città di Modica” al film più gradito al pubblico che, in veste di giuria popolare, potrà esprimere ogni sera il suo voto sui film.

La manifestazione è organizzata dal Comune di Modica in collaborazione con Archeologia Viva/ Firenze Archeofilm/tourismA.

L’evento sarà condotto da Dario Di Blasi direttore artistico Firenze Archeofilm

Durante la manifestazione saranno proposti al pubblico anche incontri/dibattiti con Massimo Frasca e Marco Camera (Università di Catania); Massimo Cultraro (CNR Catania); Giovanni Distefano (direttore Parchi archeologici di Cava d’Ispica e Camarina).

 

 

 

Marco Sammito                                                                                      Giulia Pruneti

Capo Ufficio Stampa                                                                                    Responsabile Comunicazione

Comune di Modica                                                  Archeologia Viva/Firenze Archeofilm/tourismA

340.2352222

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE