Festa dei Musei 2019 presentata alla stampa

Massiccia partecipazione di enti pubblici e privati, scuole comprese.

Undici tra associazioni culturali, istituti scolastici, musei per altrettanti siti patrimonio architettonico della città. E’ il tessuto sociale e d’arte della “Festa dei Musei” che si terrà, nell’ambito de “La Notte Europea dei Musei”, in città sabato 18 e domenica 19 maggio 2019.

Il programma, assai ricco e diversificato a seconda dei luoghi di svolgimento, è stato illustrato alla stampa, questa mattina a Palazzo San Domenico, presenti l’assessore alla Cultura, Maria Monisteri, il direttore onorario del Museo Civico “F.L.Belgiorno”  prof. Giovanni Di Stefano nonché i rappresentanti delle associazioni e degli enti pubblici e privati che sostengono l’evento.

L’inaugurazione avverrà sabato 18 maggio alle ore 19.00 con una cerimonia nella scalinata della Chiesa Madre di San Pietro dove agli Inni nazionale ed Europeo, a cura del quintetto di Ottoni del Liceo musicale “G.Verga” di Modica, diretto dal prof. Paolo Ilacqua seguirà l’esecuzione del Maestro Gesuele Sciacca di brani di Domenico Modugno su testi di Salvatore Quasimodo.

Dopo i saluti del sindaco e dell’assessore Maria Monisteri, Alessandro Quasimodo reciterà alcune poesie del padre.

Il tema dell’opera quasimodiana è molto attenzionata proprio quest’anno che ricorrono i sessanta anni della consegna del Nobel, al poeta nato a Modica nel 1901.

“Sono ben tre i siti che si occuperanno in vario modo di Salvatore Quasimodo, rimarca il prof. Giovanni Di Stefano, in occasione della “Festa dei Musei” e lo si farà dando il giusto omaggio ad un figlio di questa città con il titolo della manifestazione che è :”Ed è subito sera…”.

Registro che per la prima volta il Polo Regionale, di cui sono direttore, è presente con l’amministrazione comunale ad un appuntamento importante atteso che hanno messo insieme enti pubblici e privati, che qui producono cultura, la scuola con le sue antiche risorse culturali, forse caso unico nel panorama dell’evento. Un appuntamento che ha preannunciato tanto scoperte e novità come l’apertura di nuove sale al Museo Civico con la galleria degli uomini illustri, nuovi manoscritti di Salvatore Quasimodo come la lettera scritta alla madre.”

Visite guidate, proiezioni di cortometraggi, inaugurazione di mostre, convegni storici su una vasta area di incontro: Santa Maria del Gesù, Castello dei Conti, Chiesa di San Giorgio, Palazzo degli Studi, Casa Quasimodo, Stanza della Poesia, Palacultura con il Museo Civico, Chiesa San Nicolò Inferiore, Palazzo De Leva, Ex convento del Carmine, Polo museale Istituto “Archimede”.

“Questo evento che ci mette in virtuale connessione e accanto al grande patrimonio culturale e artistico europeo, afferma Maria Monisteri, esprime, con mia soddisfazione una grande voglia, da parte di tutti, di fare rete delle ricchezze di questa città. Per la “Festa dei Musei” si è registrata la corsa alla partecipazione da parte di enti pubblici e privati che daranno il loro magnifico contributo mettendo in vetrina tutto ciò che la loro prestigiosa storia continua ad esprimere nel tempo.”

L’Ufficio Stampa

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE

Disservizi idrici a Modica alta e in parte in quella bassa. Guasto alla condotta della sorgente di Cafeo

Domenica 19 maggio il servizio dovrebbe normalizzarsi

Disservizi nell’erogazione idrica a Modica alta e a Modica bassa venerdì 17 e sabato 18 maggio.

A causa di una perdita dalla condotta principale della sorgente Cafeo saranno interessate al disservizio idrico tutta la parte alta, il quartiere Dente e l’area limitrofa a Corso Umberto, della Città.

I lavori di manutenzione dovrebbero terminare nella giornata di sabato e domenica 19 maggio p.v. la situazione dovrebbe normalizzarsi.

 

 

 

 

L’Ufficio Stampa

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE

Terza sessione della FAM-MAC ai nastri di partenza.

Si terrà al Foro Boario di Modica dal 21 al 23 giugno.

Modica – La terza sessione specialistica FAM-MAC – Fiera Agroalimentare Mediterranea – Mostra Agricola della Contea, si terrà dal 21 al 23 giugno 2019 al Foro Boario di Modica (C.da Scorrione – Aguglie).

L’evento è promosso dalla Camera di Commercio del Sud Est Sicilia (Catania – Ragusa -Siracusa) e dal Comune di Modica, con la sinergia del Consorzio Provinciale Allevatori, con il contributo della Regione e la collaborazione dell’Aia, dell’Anacli e del Polo Avicolo di Modica ed è sostenuto da partner privati.

Sulla scorta del successo dello scorso anno, in fatto di quantità di adesioni e di qualità della zootecnia presente, gli organizzatori offriranno anche per quest’anno una prestigiosa vetrina di settore, condizione essenziale perché la FAM – MAC di Modica si consolidi come uno degli appuntamenti più qualificati del Sud d’Italia.

“Siamo molto impegnati, non senza una punta di orgoglio, nell’organizzazione di un evento, dichiara il Sindaco, Ignazio Abbate, che si sta ritagliando uno spazio autorevole nell’ambito delle manifestazioni dedicate alla zootecnia.

Con la Camera di Commercio del Sud Est Sicilia operiamo con un’unità d’intenti e di visione che ci è molto utile per consolidare un settore dove Modica vanta una tradizione secolare, trasmessa da padre in figlio, con aziende che sono il fiore all’occhiello del territorio e costituiscono, messe insieme, l’architettura di un’economia sana e dalle grandi prospettive. Sono convinto che anche la terza edizione replicherà il successo dello scorso atteso il ricco panorama delle esposizioni e degli eventi che si svolgeranno al Foro Boario dal 21 al 23 giugno”.

Nell’edizione dello scorso anno erano presenti 188 capi di bestiame appartenenti a quarantasette allevatori espositori nel settore zootecnico di cui otto allevatori con diciotto capi provenienti fuori dall’isola. Otto le aziende espositrici, mentre per il settore della meccanizzazione erano nove le aziende presenti.

Come nell’edizione 2018 sarà curata l’esposizione dei bovini iscritti ai libri genealogici delle razze Limousine, Charolaise, Frisona e Pezzata Rossa e quelli iscritti ai registri anagrafici delle razze Modicana e Asino ragusano.

Quest’anno l’evento sarà caratterizzato dalla mostra concorso esclusivamente per le razze da carne Limousine, Charolaise e Modicana e la sola vetrina per le altre due, ovvero la Frisona e la Pezzata Rossa italiana. Un Focus sul polo avicolo di Modica che occuperà un’area importante all’interno dell’evento costituendo uno dei volani dell’economia del territorio modicano.

Il Presidente della Camera di Commercio del Sud Est Sicilia Pietro Agen, evidenzia che la Fiera Agroalimentare Mediterranea FAM-MAC, ormai giunta alla 3^ edizione, rappresenta un momento qualificante del rapporto collaborativo tra Enti Pubblici, in questo caso tra la Camera di Commercio e il Comune di Modica, ma è anche un fattore di promozione e sviluppo di un settore economico, quello della zootecnia che, nel Comune di Modica, vanta una storica tradizione e che, per superare gli ambiti locali, necessita di ogni iniziativa utile. La Camera di Commercio, in tal modo, manifesta la sua vicinanza a quegli imprenditori che fanno delle loro attività, motivo di ricchezza del territorio tutto.

 

 

 

Ufficio Stampa                                                                              Ufficio Stampa

Camera di Commercio del Sud Est Sicilia                                      Comune di Modica                                                                                                           Marco Sammito                                                                                                         tel. 0932/759322

 

 

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE