L’8 marzo a Modica. Presenza e ruolo nella società di oggi della donna al centro del dibattito di convegni e riflessioni

Ricco il programma delle iniziative

Ricco il programma di iniziative per l’8 marzo, giornata internazionale della donna a Modica.

L’amministrazione comunale ha patrocinato un contenitore di appuntamenti promosso dall’Ordine professionale delle assistenti sociali della Regione Sicilia e da associazioni no profit e club service che operano nel territorio.

L’apertura si avrà domani, 7 marzo alle ore 17.00 nell’aula consiliare di Palazzo San Domenico con il tema “Donne che raccontano donne” con “Prima. Ritratti di donne” a cura della la prof.ssa Giannina Polara e Cinzia Franzò.

L’8 marzo dalle 16.30 alle 20.00 all’Auditorium “Pietro Floridia” di Piazza Matteotti si terrà il convegno sul tema: “Donne e Diritti: quale futuro?”

Il programma si aprirà con i saluti istituzionali del sindaco, Ignazio Abbate, dell’assessore alla Cultura, Maria Monisteri, dell’assessore ai Servizi Sociali, Saro Viola, dell’avv. Emanuela Tumino,  del presidente del’Ordine degli avvocati di Ragusa, di Corrado Parisi, consigliere dell’ Ordine regionale degli Assistenti Sociali e di Francesca Mazzola, vice presidente dell’Ordine dei dottori commercialisti ed esperti contabili di Ragusa.

Seguiranno gli interventi con l’avv. Simona Pitino, operatrice dello sportello antiviolenza “Fuori dall’ombra” che parlerà su “Dalla riforma del diritto di famiglia al Ddl Pillon”; la dr.ssa Giuseppina Saraceno, presidente dell’Ordine dei consulenti del lavoro che tratterà “Politiche sociali e del lavoro a sostengo della donna”; la psicologa Viola Candiano, operatrice dello sportello antiviolenza “Fuori dall’ombra” che si soffermerà su “Validità scientifica della Sindrome da alienazione genitoriale” e la dr.ssa commercialista, Carmen Figurino Gangitano, su “Donne protagoniste dell’economia”.

La scaletta dei lavori congressuali prevede una serie d’interventi programmati.

Quelli della dr.ssa Santina Amato, assistente sociale “Fuori dall’ombra” che parlerà su “ La rete dei servizi a sostegno della donna”; la dr.ssa Laura Galota, assistente sociale della coop “L’Arca” che tratterà “ Affido condiviso contro la Sindrome di alienazione genitoriale”; la presidente del Rotaract di Modica, Ginevra Boncoraglio che si soffermerà su “ Donne e diritti, quale futuro per le millennials” e infine il presidente del Lions Club di Modica, Luigi Giarratana, che illustrerà il tema su “Una visione comune”.

I lavori del convegno saranno moderati da Beatrice Antoci, presidente dell’Inner Wheel di Ragusa – Contea di Modica.

L’8 marzo alle 16.30 il C.I.S.O.M. (Corpo italiano di soccorso dell’Ordine di Malta), gruppo Ragusa e l’amministrazione comunale pianteranno “L’Albero delle Dame” alla rotatoria di Treppiedi SUD.

Una mimosa dedicata a tutte le donne dell’Ordine di Malta impegnate nel sociale ed a tutte le donne della Contea di Modica. Un asse di un barcone con cui sono arrivati in Sicilia tanti migranti sarà il supporto della targa commemorativa. Un simbolo che è dedicato, come afferma il capo gruppo del C.I.S.O.M. dr. Graziano Cascone, a tutte quelle donne che rischiano la vita per cercare un futuro migliore.

Per le iniziative dell’8 marzo un altro momento di riflessione promosso dal Movimento  Difesa del Cittadino all’Auditorium “Pietro Floridia” sabato 9 marzo dalle 9,30 alle 17.00 sul tema “La sindrome fibromialgica: diagnosi senza markers”.

“Un panorama ricco di appuntamenti per una ricorrenza, commentano il sindaco e l’assessore ala Cultura, Maria Monisteri, che prevede iniziative che affrontano il tema della giornata internazione della donna da diverse sfaccettature.

Nonostante i progressi importanti che si sono registrati, per fortuna, nella condizione sociale, politica, professionale della donna molta strada rimane da fare.

Il fenomeno aberrante dei femminicidi in continua evoluzione, una legislazione carente sul piano delle tutele in diversi ambiti sono obiettivi per i quali la società tutta oggi deve battersi per fare si che le legittime rivendicazioni diventino realtà per un consesso che vuole realmente definirsi civile e moderno”.

 

 

 

 

 

L’Ufficio Stampa

 

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE