Settimana Europea per la riduzione dei rifiuti. Il Comune aderisce.

Presenti undici Istituti pronti per la raccolta di materiale RAEE. Ai primi due andranno i premi

Il Comune di Modica aderisce alla Settimana europea per la Riduzione dei Rifiuti (SEER) che inizia domani, sabato  17 sino a domenica 25 novembre e che quest’anno ha come tema centrale “I Rifiuti pericolosi”.

Tutte le scuole della città raccoglieranno apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE) esauste e ormai fuori uso.

Sono undici gli istituti scolastici della città che hanno aderito al progetto: Istituto “Principi Grimaldi”; Piano del Gesù; Santa Marta (Plesso centrale-Plesso Ciaceri); “Carlo Amore” (Plesso Centrale-Plesso Cannizzara-Plesso De Amicis – Plesso Santa Teresa); Giovanni XXIII (Plesso Centrale-Plesso ex Gensal-Plesso AZASI); Kinderlandia; Istituto “Raffaele Poidomani” (Plesso Falcone-Plesso Denaro Papa-Plesso Pirato, Plesso Via Risorgimento); Istituto “Giovanni Verga” (Plessi Centrale- Musicale- ITC); Istituto “Archimede”; Istituto “Galilei-Campailla” (Liceo Scientifico-Liceo Classico- Liceo Artistico); Istituto “Regina Margherita”.

I primi due istituti che ne raccoglieranno di più in termini di pesatura avranno altrettanti premi (un nuovo RAEE da utilizzare a scuola in condivisione) che saranno consegnati mercoledì 19 dicembre p.v. in occasione della giornata dell’Eco Natale.

“Anche questa iniziativa, dichiara l’assessore all’Ecologia Pietro Lorefice, si inquadra in quel circuito virtuoso di informazione e di sensibilizzazione sui temi della difesa dell’ambiente a partire dalle scuole cittadine. Quest’occasione diventa una sorta di concorso a chi raccoglie più materiale RAEE. Una sana competizione ai fini della salvaguardia dell’ambiente”.

 

L’elenco del materiale di raccolta RAEE è il seguente: PC desktop e PC portatili e notebook, Mouse, tastiere ed accessori vari, Monitor LED, Monitor LCD e monitor CRT (tecnologia a tubo catodico),Stampanti laser, ink-jet e ad aghi (bianco/nero e colori),Stampanti, multifunzioni, Fax e scanner, Swich, router, firewall, hub, acces point e ogni tipo di accessorio networking, Proiettori di tutte le tecnologie,Fotocopiatrice da tavolo e da sistema, Unità di salvataggio (back-up)  per PC e per Server, Gruppi di continuità per PC e per Server (UPS), Schede elettroniche (es: scheda madre, ram, processore, schede di rete, scheda audio, scheda di ogni tipo e dimensione), Televisori al plasma, CRT, LCD e LED, Registratori di cassa e bilance da tavolo, Segreterie, centraline telefoniche ed apparecchi telefonici da tavolo, Cellulari con batteria ed accessori, Tablet e smartphone ed accessori, Pezzi di ricambio sfusi (in cartoni max 40x60xh50 cm), Pezzi di ricambio di grandi dimensioni, Neon (tubi e lampade fluorescenti), Pannelli solari fotovoltaici, Faretti, lampioni e altri sistemi di illuminazione, Climatizzatori unità interna (Split – Fancoil), climatizzatori unità esterna e impianti di climatizzazione di grandi dimensioni (chiller), Impiantistica Industriale, motori elettrici ed avvolgimenti, inverter, quadri elettrici, trasformatori e condensatori.

L’Ufficio Stampa

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE

Affidamento delle riprese televisive in diretta del consiglio comunale

Aggiudicataria Teleradio Regione s.r.l. . Prossima la sottoscrizione del contratto

Proposta di aggiudicazione per l’emittente televisiva Teleradio Regione s.r.l. per l’affidamento del servizio di riprese televisive e trasmissione in modalità diretta delle sedute del consiglio comunale.

Il verbale è stato pubblicato questa mattina nell’albo informatico del sito istituzionale del Comune e l’emittente televisiva è stata l’unica partecipante al bando di gara che è scaduto il 12 novembre u.s.

sull’importo a base d’asta di 1.600,00, IVA compresa, per il periodo di dodici mesi, l’emittente ha praticato un ribasso d’asta pari al 17,03 per cento.

Il contratto con Teleradio Regione s.r.l. sarà sottoscritto non appena l’ente verrà in possesso degli atti di corredo richiesti.

“Non appena l’iter della pratica sarà definito- commenta il sindaco Ignazio Abbate – si procederà alla firma del contratto che dota il consiglio comunale di uno strumento essenziale che consentirà alla pubblica opinione di poter seguire in diretta i lavori del massimo consesso.

Una scelta di partecipazione all’organo assembleare cittadino utile a garantire trasparenza e chiarezza sul dibattito tra le parti che caratterizza l’attività consiliare”.

 

 

L’Ufficio Stampa

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE