“Premio alla Modicanità 2018”. Annunciati i quattro premiati: Noemi Barrera, Orazio Iacono, Tony Pellegrino e Giovanni Stracquadanio.

Gran soirée il 20 settembre al Teatro Garibaldi

Annunciati stamani nel corso di una conferenza stampa i quattro nomi dei premiati della 32^ edizione del “Premio alla Modicanità”.

Riceveranno il premio (un piatto decorato della Thalass dell’artista Alessandro Di Rosa) Noemi Barrera, ingegnere matematico ricercatrice all’Università di Tel Aviv, Orazio Iacono, CEO di Trenitalia, Tony Pellegrino, Hairstylist e Giovanni Stracquadanio, laureato in Informatica e docente alla University of Essex, Regno Unito.

La consegna del “Premio alla Modicanità” avverrà nel corso di un gran soirée al Teatro Garibaldi, giovedì 20 settembre alle ore 21.00 con ingresso libero.

La scelta dei quattro premiati è il frutto di un lavoro di ricerca avvenuto su un lotto di candidati che avevano presentato i loro curricula.

Noemi Barrera ha compiuto importanti studi sulle leghe metalliche che fanno parte dei cosiddetti materiali intelligenti la cui applicazione spazia dalla biomedica all’aerospaziale.

Sulla scorta di questa solida preparazione ha avuto finanziati numerosi progetti per l’evoluzione e il controllo della forma in materiali attivi e per i modelli multiscala per Nanomedicina.

Nel 2015 si è trasferita all’Università di Tel Aviv fino alla fine di Marzo 2018.

Per il resto suona il piano, ama la musica e la lettura. Le piace il nuoto e ovviamente  viaggia tantissimo.

Orazio Iacono, direttore Generale e Amministratore Delegato di Trenitalia garantisce 279 collegamenti al giorno, su è giù per lo stivale, con Freccia Rossa, Freccia Argento e Freccia Bianca con una qualità di servizio tra le migliori in Europa.

“Anche quest’anno, commenta Luigi Galazzo presidente della Pro Loco e coordinatore della giuria del premio, riteniamo di aver fatto delle scelte mirate e molto ponderate. Ringrazio per questo i componenti della giuria.

Personaggi importanti e vere proprie risorse nazionali, bravi e famosi nel mondo della bellezza e poi due grandissimi talenti nel campo della scienza e della ricerca scientifica.

Sono curriculum che esprimono il senso della modicanità per modestia, compostezza, rigore negli studi e rivolti a guardare ad obiettivi sempre più ambiziosi. I premi vogliono anche essere da esempio e da stimolo alle giovani generazioni di come, anche lontano da casa, si può trovare una collocazione ideale per le proprie aspirazioni”.

Tony Pellegrino, determinato e visionario ha mosso i primi passi nel campo dell’hairstyle a sedici anni. Nel 2016 ha festeggiato i venticinque anni di carriera e ha dato vita al marchio Tony Pellegrino Art & Science for Hairdressing.

Da sei stagioni è uno dei più amati tutor di “Detto Fatto” di Rai 2 condotta da Caterina Balivo

Ha partecipato alle più note Kermesse di moda degli stilisti più famosi al mondo. Oggi i suoi saloni sono a Modica, Catania e a Bari.

Giovanni Stracquadanio, docente Università dell’ESSEX, ha compito studi fondamentali sull’Intelligenza Artificiale applicata alla medicina e alla genetica.

Membro del gruppo di ricerca genomica i suoi studi hanno concretizzato la creazione del primo cromosoma artificiale e della prima cellula eucariote artificiale. Autore di numerose pubblicazioni, a trentaquattro anni otto tra premi internazionali e riconoscimenti accademici.

“Il “Premio alla Modicanità”non può non andare in piena unione con l’amministrazione comunale che la città rappresenta. E’ sempre stato così nella tradizione,commenta Maria Monisteri, assessore alla Cultura del Comune di Modica, per un appuntamento che negli anni ha consolidato importanza e prestigio. Modica è ricchissima di personalità e tradizioni culturali molte delle quali vanno riscoperte e valorizzate e questo premio si muove in questa direzione. Tante belle persone che purtroppo per avere successo sono costrette ad andare via da casa per realizzarsi all’estero conseguendo traguardi di valore internazionale”.

 

 

L’UFFICIO STAMPA

COMUNE DI MODICA

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE